Dimagrire con una nuova visione, Gli effetti del cibo sul corpo

Riprendi le radici della tua dieta e splendi!

Hai mai sentito il bisogno impellente, urgente di pulirti dentro, interiormente?
Ovvero di depurarti?
Di rimettere ordine nel cibo che mangi?

Oppure mi hai seguito in qualche conferenza o corso o sei venuto in consulenza, ma con tutte le tentazioni estive hai perso la bussola?

Ti svegli al mattino già stanco, fai fatica ad ingranare benché sia appena arrivato dalle vacanze?

E ti svegli con la bocca impastata al mattino? E il tuo intestino come la tua testa fa fatica ad ingranare?

Il 21 settembre è il momento giusto per riprendere le fila di discorsi interrotti o abbandonati ed è proprio il momento più propizio per iniziare qualcosa di nuovo!

I periodi di depurazione affondano le loro radici nella notte dei tempi.

Ad agosto nel mio viaggio in Portogallo ci siamo fermati un giorno a visitare Tavira, una meravigliosa cittadina sul mare, tutta bianca con viuzze strette, salite e chiesette antiche.

Mentre passeggio tra i vicoli e ci dirigiamo verso la cattedrale del paese, giro il viso verso un palazzo antico e lì vedo svettare un cartellone enorme con scritto: Fiera della Dieta Mediterranea!

Entro nel palazzo che è il museo della città per chiedere informazioni e mi dicono che a settembre sarà dedicata una settimana di incontri, workshop sulla dieta mediterranea e che se volevo all’interno potevo visitare una mostra permanente su come questa dieta si è sviluppata nei secoli in tutto il bacino che abbraccia l’Europa, l’Africa e l’Asia.
Fantastico: che opportunità capire e vedere in una mostra le radici della dieta mediterranea che poi sono quelle della macrobiotica.
Entro nell’allestimento con la curiosità di una bambina e leggo:
Attraverso i millenni, fattori geoclimatici ed altri fattori hanno attratto gruppi umani, che scappando da siccità cicliche, conflitti e scarsità di cibo, si sono stabiliti nell’ area protetta e fertile del Mediterraneo.
Crearono delle società di agricoltori, artigiani e mercanti e fondarono molte città. Crebbe una cultura dinamica e l’arte della pesca si sviluppò. La buona navigabilità del mediterraneo permise intesi scambi commerciali.
E in questo bacino fertile nel tempo si sviluppo l’ alfabeto, la scrittura, la filosofia , le scienze, la democrazia, il teatro e molti altri valori che caratterizzano le civiltà occidentali. Le città del mediterraneo si svilupparono intorno ai porti con grandi mercanti, piazze, templi, anfiteatri e are di intrattenimento, un crogiolo di vicoli che evidenziava un intensa vita di comunità, ricca di rapporti sociali di vicinato di aiuto, sostegno e collaborazione.
La dieta mediterranea è una delle eredità più significative di questa civiltà

Passo al secondo pannello. E cosa leggo?
Tutte le diete prima della cristianità avevano una forte relazione mistica con i poteri della natura.
Il politeismo, il culto simultaneo di differenti dei, fu abbondonato con la conversione di Roma, i rituali pagani sono stati cristianizzati, adattati a nuovi ruoli e molte personalità mitiche acquisirono nuovi nomi.
Ma le tradizioni simboliche, religiose e propiziatorie non si persero e in qualche modo furono assorbite nei moderni rituali. La cultura del cibo riflette un sistema di valori e di relazioni divine con il cibo attraverso riti sacri e simbolici, periodi di depurazione e proibizioni, restrizioni, processioni, offerte, purificazioni, cerimonie di fertilità e feste per favorire e benedire i raccolti e le attività
Mentre leggevo rapita questo pannello ho sentito urgente il bisogno di ricollegarmi con quelle tradizioni che ci appartengono fortemente, ma che abbiamo dimenticato presi da una routine sempre uguale e decisamente frenetica.
Se gli antichi facevano periodi di purificazioni una ragione ci sarà, nooooo?
Se facevano periodo di “restrizioni”, una ragione logica ma non solo logica anche spirituale ci sarà?
Caspitaaaa… e allora perché non fare anche noi come loro!
Creiamo nel nostro corpo fisico ed e emotivo un terreno pulito e fertile per affrontare questo autunno e inverno che ci sta venendo incontro galoppando in modo da essere in forma, fortificati, più asciutti, più centrati mentalmente ed emotivamente sui nostri obiettivi.

Ho chiesto alla bravissima Paola Chiesa, esperta di Kinesiologia, di meditazione e di gestione di gruppi, di guidarci prima di inoltraci nella cena in una breve meditazione propiziatoria perché come dice lei : “Il corpo ha una sua riposta saggezza ed è un impeccabile registratore. Prendersene cura è imparare a leggere e ascoltare il suo segreto linguaggio, che ci consente di conoscere la nostra storia. Doniamo al sintomo un senso di sacralità, con amorevolezza e nel totale rispetto. Accade un misterioso salto dalla mente al corpo, in un arcobaleno di simboli riguardanti il nostro modo di stare con noi stessi, gli altri e nel mondo. Noi siamo un ecosistema che vive in un ecosistema, cerchiamo di recuperare il senso di connessione. Tutto quello che ci accade ha una saggezza profonda, ha significato in un piano più ampio di comprensione. E’ un vero gioco, di straordinaria precisione, che ci invita a diventare vigili, attivi e responsabili“…


Giovedì 21 settembre sarà una straordinaria occasione di riconnessione con il tuo corpo per farlo ripartire alla grande con me, con Paola, con il giardino della cucina in cambiamento e con il tuo menù naturale organizzato!
Love, trust, care
Silvia

P.S: il 21 settembre sarà anche il momento per porre le basi di uno stile alimentare nuovo ed antico che porta salute, gioia, pace con il tuo menù naturale organizzato con cui potrai essere seguita/o passo a passo nel tuo cambiamento alimentare divertendoti e in tutta sicurezza!

P.P.S: quest’anno il mio metodo “io ti accompagno tu assapori” si arricchirà della collaborazione con la straordinaria Paola Chiesa!
Insieme abbiamo ideato “il Giardino del Cucina in Cambiamento” che presenteremo giovedì 21 settembre per assicurarti di essere sempre sostenuta/o nel tuo cambiamento alimentare, sotto ogni punto di vista, in modo che mangiare cereali, verdure e legumi diventi una delle più entusiastiche e ricche esperienze della tua vita.